mercoledì 19 maggio 2010

Thailandia - Nell'assalto ai ribelli muore un giornalista italiano

La resa delle camice rosse, mentre la città Bangkok è sotto coprifuoco

La guerra di strada è finita. Ma solo formalmente. La resa dei Rossi lascia uno strascico di violenze nella capitale e altri cinque morti, fra cui c'è un cittadino italiano. Si chiamava Fabio Polenghi, ucciso da colpi che sono arrivati all'addome e secondo altre fonti anche al cuore. Aveva 45 anni, milanese, da tre mesi era arrivato a Bangkok dove lavorava per conto di una rivista europea.
La morte di Polenghi è avvenuta poco tempo prima che i leader delle Camicie rosse si arrendessero consegnandosi nelle mani della polizia.
Da Bangkok in diretta per PeaceReporter Alessandro Ursic
Vai all'articolo