venerdì 1 luglio 2011

Estate 2011 - Associazione Ya Basta in Chiapas e Messico

Con le comunità zapatiste e con le mobilitazioni in Messico


"SÓLO PUEDE HABER VIDA SI HAY LIBERTAD, JUSTICIA Y PAZ"
Ai primi di maggio in Messico la grande marcia, lanciata dal poeta Javier Sicilia, ha portato in piazza nella capitale miglaia di messican@. Contemporaneamente si sono svolte manifestazioni in tutte le città del paese da nord a sud, mentre a San cristobal gli zapatista riempivano la città, arrivando da tutti i Municipi autonomi. Una grande mobilitazione che ha messo al centro l’insopportabile situazione generata nel paese dalla "guerra al narcotraffico" con la sua lunga lista di persone uccise come "danni collaterali". "Basta, non ne possiamo più del Governo e dei narcos" è stato lo slogan semplice e chiaro che ha accomunato le famiglie delle vittime civili di una guerra interna che ha portato con sè la militarizzazione della vita sociale messicana. Una guerra interna di apparati, cartelli, istituzioni che stritola la libertà, che distrugge la vita, che approfitta per eliminare i movimenti sociali e le realtà di base. Gli zapatisti continuano la loro esperienza di autogoverno e costruzione di un’alternativa reale, costruiscono la loro azione politica nella pratica del comune. Saremo in Chiapas nell’estate 2011 per andare nelle comunità zapatiste, continuare i progetti di cooperazione per la difesa dei beni comuni, come il Progetto Agua para Todos, e saremo in Messico per condividere le aspirazioni di giustizia, libertà e pace che si esprimono nel paese.