mercoledì 2 maggio 2012

Stati Uniti - NewYork, #MayDay azioni e proteste in tutta la città

Picchetti, manifestazioni e qualche arresto. Dalle prime ore della mattina fino a tarda sera il cuore della Grande Mela è stato attraversato da proteste e manifestazioni; in migliaia hanno raccolto l'appello di OccupayWallStreet a mobilitarsi per il 1 maggio.

Prima della manifestazione che nel  ha attraversato il centro dellla città nei luoghi simbolo della finanza mondiale, proteste simili si sono svolte in altre città degli Stati Uniti, molte le iniziative sparse nella città e legate a licenziamenti e chiusure di enti e servizi pubblici che per la crisi stanno ridimenzionando il loro intervento.
Membri di "Vogliamo un Ospedale e la sanità per il 99%", un collettivo di lavoratori e cittadini della rete di OccupyWallStreetha organizzato un picchetto presso l'ex St. Vincent Hospital per attirare l'attenzione suuna comunità senza più servizi sanitari per i tagli dovuti alla crisi. Il St. Vincent Hospital è un simbolo della crisi e della speculazione.
La chiusura dell'ospedale ha lasciato più di un milione di residenti, ospiti e turisti del West Side Manhattansenza un ospedale o un servizio completo di Trauma Center Level 1Mentre l'amministrazione di NewYork City,  lo New York Statee il Team Medicaid Redesign fanno tagli di bilancio alla sanità e chiudono gli ospedali , gli speculatori immobiliari e le aziende sanitarie possono fare grandi profitti speculando sopra gli immobili.

Medici, infermieri e pazienti hanno protestato davanti all'ex ospedale per ricordare anche coloro chemuoiono senza accesso all'assistenza sanitaria necessaria negli Stati Uniti.
Altre decine di iniziative simili si sono svolte davanti a grandi catene di negozi, banche e palazzi dell'amministrazione pubblica. Non sono mancati i fermi e gli arresti, soprattutto nelle ore precedenti al corteo durante singole iniziative ma anche lungo le strade che portavano al concentramento.
La marcia partita il pomeriggio ha visto la partecipazione di oltre trentacinquemila persone, presenti anche artisti e cantanti che hanno accampagnato il corteo a Union Square fino ai blocchi della sera in Liberty Square.