sabato 22 giugno 2013

Brasile - Comunicato della segreteria dell'MST su quanto sta succedendo in questi giorni

Cari compagni amici del MST e dei movimenti sociali di ALBA,

Un rapporto molto succinto..

Ieri, 20 giugno, più di un milione di giovani sono scesi in piazza in 15 capitali del paese.

C'è di tutto. In ogni città si stanno disputando i cuori e le menti.

In San Paolo e Rio, settori di destra hanno preso la testa , attaccando militanti di sinistra e provocando la violenza per creare il caos. Ma in altre città è la sinistra che da il ritmo all'iniziativa.

Alcuni brevi riflessioni:

1.La mobilizzazione è sociale, di un settore nato dopo il neoliberismo. Sono giovani della classe media e della classe medio bassa. I lavoratori sono ancora in silenzio.

Si tratta di un settore che comunica solo tramite i social network e non è influenzato dalla televisione e dai grandi media.

2. E' il frutto di 12 anni di conciliazione delle classi (come in Cile) che ha escluso la gioventù dalla partecipazione politica. E i giovani vogliono partecipare in qualche forma, anche camminando per strada, senza repressione.

3. E' il risultato di una grave crisi strutturale urbana, causata dal capitale finanziario speculativo con il risultato di un aumento dell'affitto, una vendita massiccia di automobili finanziata dalle banche e 
il traffico caotico, senza mezzi di trasporto pubblico, in cui le persone perdono due, tre ore per andare a lavorare, a scuola ..

4. Nessuno li controlla. Sono senza direzione politica.

5. Per ora i di gran lunga più colpiti sono i politici tradizionali, la politica borghese, e, naturalmente, il metodo sviluppato dal governo PT in questi anni di governo, i governi, tutti, di destra, di centro o di sinistra 

6. La destra si infiltra e tenta di generare un clima di violenza , di caos e dar la colpa al PT e a Dilma.

7. Il governo Dilma è paralizzato nella sua non-politica. Voleva solo gestire, e ora non sa che amministrare.

8.I movimenti sociali cercano di generare una politica, per andare avanti (vedi la lettera alla presidentessa ..) e ampliare le richieste perchè si avanzi verso una riforma politica, una riforma dei media, una riforma 
fiscale, e la riforma agraria.

9.Nessuno sa cosa succederà: andremo verso la Spagna (dove la destra ha capitalizzato alle urne, cosa che potrebbe accadere nel 2104) o verso l'Argentina (2001), con progresso .. o in una situazione di impasse come in Grecia?

Probabilmente nessuno di queste cose, ci sarà una formula brasiliana, nessuno lo sa per ora ...

10. Ma è certo che abbiamo necessità e ci saranno cambiamenti, in tutti i sensi!

Abbracci dalla strada

La segreteria nazionale del MST