giovedì 27 novembre 2014

Kurdistan - Il PKK si è costituito 36 anni fa

Formalmente costituito il 27 e il 28 Novembre 1978, il nucleo del PKK (Partiya Karkerên Kurdistan-Partito dei lavoratori del Kurdistan) era costituito prevalentemente da studenti di scienze politiche guidati da Abdullah Öcalan ad Ankara. 
Il gruppo spostò presto la sua attenzione alla numerosa popolazione curda nel sud-est della Turchia. 
Il 27 Novembre 1978 il gruppo ha adottato il nome “Partito dei Lavoratori del Kurdistan”.

Il colpo di Stato in Turchia del 1980 ha spinto l’organizzazione a un’altra fase, con i componenti che subiscono il carcere, sono soggetti alla pena capitale, o fuggono in Siria.
Il primo congresso dell’organizzazione si è tenuto nel 1982 ed ha sottolineato le varie fasi per la liberazione del Kurdistan. 
Il 15 Agosto 1984 il PKK ha effettuato la sua prima azione armata.

Il PKK attraverso le sue parole parole

Il nostro partito, sin dal suo inizio, è in lotta per l’esistenza, la libertà e l’onore del popolo curdo contro il genocidio iniziato dagli unionisti razzisti-sciovinisti all'inizio del 20° secolo, che si proponevano di porre fine alla libertà del popolo curdo e di spazzarli via dalla storia.

In questo senso la decisione adottata il 27 novembre 1978 di diventare un partito è stata anche una decisione per l’esistenza e la resistenza nazionale. 
Questo è il motivo per cui oggi questo giorno viene celebrato come resistenza nazionale dalla nostra gente. Nel corso degli anni il PKK ha combattuto per salvaguardare e realizzare la libertà del popolo kurdo contro le politiche fisiche e culturali di genocidio e assimilazione dello stato-nazione turco.

Il nostro partito ha messo in scena un’elevata resistenza contro uno dei più grandi eserciti nel mondo, sostenuto dalla NATO e anche dall'organizzazione Gladio, per portare il popolo curdo al punto di dichiarare l’autonomia democratica.