mercoledì 29 ottobre 2008

La Dignity attracca al porto di Gaza

Free Gaza: la SS Dignity attracca al Porto di Gaza

Sono da poco passate le sette (ora locale) quando la Dignity arriva nelle acque territoriali di Gaza, formalmente sono sotto controllo israeliano. L’imbarcazione viene fermata per una decina di minuti e poi lasciata passare.

"Ieri la Marina militare israeliana aveva minacciato che avrebbe fermato la nave nelle acque territoriali israeliane e arrestato i passeggeri", dicono gli attivisti di Free Gaza movement.

Ai pescherecci palestinesi, nella violazione di tutte le risoluzioni Onu, è vietato oltrepassare le 4 miglia, il che rende impossibile le attività di pesca.

Anche l’arrivo degli aiuti umanitari viene controllato e gestito dalle autorità israeliane.

Nonostante le minacce, alle otto e dieci (ora locale), la Dignity attracca al Porto di Gaza accolta dagli applausi dei pescatori palestinesi.

La prima tappa dei passeggeri è presso l’ospedale per consegnare i medicinali caricati a bordo.


Cronaca audio

L’imbarcazione entra in porto. [ audio ]

La cronaca a poca distanza dal porto. [ audio ]