Viaggio Zapatistx 2021

I comunicati che riguardano il viaggio degli zapatistx in Europa nel 2021.
Da leggere in ordine cronologico

mercoledì 3 ottobre 2012

Russia - Pussy Riot processo d'appello rinviato al 10 ottobre

Il tribunale di Mosca ha rinviato al 10 ottobre il processo di appello per le tre attiviste della band punk russa Pussy Riot, dopo che una di loro ha licenziato i propri avvocati. Yekaterina Samutsevich ha annunciato all'inizio dell'udienza di aver rifiutato i servizi dei suoi tre legali a causa di un disaccordo. Mark Feigin, altro legale della difesa, ha dichiarato:"La corte non è indipendente e immaginare che prenda una decisione basata sulla legge è pura fantasia". Anche Violetta Volkova, avvocato delle Pussy Riot, non nutre grandi speranze nel processo d'appello: "Nella situazione politica attuale in Russia - dice - non ci possiamo aspettare una sentenza legale". " Ma non si sa mai - aggiunge - si può sempre sperare nel buon senso".
La Chiesa ortodossa russa ha affermato che le ragazze meriterebbero clemenza se si scusassero per quello che hanno fatto. Il portavoce della Chiesa Vladimir Legoida però sembrava parlare della giustizia 'divina':"La Chiesa desidera ardentemente il pentimento di chi ha violato un luogo sacro certamente farebbe del bene alle loro anime. Se dalle loro parole trasparisse il rimorso vorremmo che non passasse inosservato, e che chi ha violato la legge avesse la possibilità di redimersi"
La dichiarazione è seguita ai commenti del primo ministro Dmitry Medvedev, secondo cui trattenere le artiste ulteriormente in carcere sarebbe "inutile".
La vicenda delle Pussy Riot ha visto pronunciamenti in tutto il mondo per la loro liberazione, compresi quelli di star della musica internazionale. Si sono svolte centinaia di iniziative in cui attivisti di ogni continente, prendendo i passamontagna colorati delle Pussy Riot, come simbolo hanno manifestato per la loro liberazione e a sostegno di una protesta che, mettendo in gioco il proprio corpo e la creatività, sfida il potere.
Anche nella giornata del 1 ottobre si sono svolte azioni per chiederne la liberazione. Adesso si aspetta la decisione del 10 ottobre mentre continua la richiesta chiara e semplice che le ragazze vengano liberate. 
Video per le iniziative del 1 ottobre
Per seguire le iniziate per la libertà delle Pussy Riot

Dicembre 2016 - Parte Juntos para el derecho a la salud - Insieme per il diritto alla salute

Dicembre 2017 - Riparte il Laboratorio di Analisi Cliniche

Agosto 2018 - Continua la solidarietà al sistema di salute

Inverno 2020 - Campagna di raccolta fondi per sostenere la Salute autonoma

Italia - Messico - Sosteniamo le comunità zapatiste in Chiapas

  Nel tempo del Covid-19 le comunità indigene stanno tutelando la propria vita e l’organizzazione comunitaria, continuando a consol...


Gennaio 2019 - Continua il sostegno alla Salute Autonoma

Dicembre 2018 - Rafforziamo il Sistema di Salute Autonomo

Agosto 2017 - Consegna materiali sanitari

BOICOTTA TURCHIA

Viva EZLN

Questo video è una libera interpretazione che vuole mettere in risalto l'importanza del Caffè Rebelde Zapatista, come principale fonte di sostentamento delle comunità indigene zapatiste e come bevanda prelibata, degustata da secoli in tutto il mondo. I suoni e i rumori che accompagnano l'osservatore in questa proiezione, sono stati scelti con l'intenzione di coinvolgervi completamente nell'esperienza visiva e trasportarvi direttamente all'interno della folta vegetazione che contraddistingue tutto il territorio del Chiapas, dove viene coltivato questo caffè.

La lucha sigue!

MIGLIAIA DI CUORI ....UNA RABBIA.
SOLIDARIETA' CON LE COMUNITA' ZAPATISTE