lunedì 18 gennaio 2010

Cile - La destra vince elezioni


La destra cilena torna al potere per la prima volta dal ritorno della democrazia nel Paese, dopo vent'anni.
Il candidato conservatore Sebastian Piñera ha ottenuto il 52% dei consensi, contro il 48,12% dell'esponente del centrosinistra, Eduardo Frei.

La vittoria elettorale è stata sancita anche dalle dichiarazioni di Frei, candidato della Concertacion, la coalizione fra socialisti, democristiani e radicali.

Non ce l'ha fatta: negli ultimi giorni aveva rimontato molte posizioni ma, nel testa a testa finale, si è imposto il miliardario imprenditore della destra.
La destra cilena non vinceva le elezioni dal 1958. Piñera il vincitore è un imprenditore che possiede uno dei patrimoni più grandi dell'intera America Latina, articolato in vari settori tra cui tv, calcio, sanità e delle compagnie aeree. E' conosciuto per aver creato la prima società che introdusse le carte di credito in Cile.

E' uno dei più forti azionisti della compagnia aerea Lan.

La sua vittoria giunge dopo che nel 2005 fu sconfitto al ballottaggio dalla Bachelet.
Ora è tra i principali azionisti della linea aerea Lan oltre a essere presente, tra l'altro, anche nei settori della sanità e dei media (è proprietario di Chilevision, una delle tv più viste del Paese).
I commentatori sottolineano che adesso nella formazione del Governo si tratterà di vedere quanto peso avranno i partiti che lo hanno appoggiato, che sono gli unici che a suo tempo non hanno combattuto la dittatura di Pinochet.
Ci si chiede perciò quanto sarà influenzato da questi ambienti ex pinochetisti, nonostante il tentativo di presentare un volto moderato.

Rassegna Stampa
El Pais
Le Monde