venerdì 1 gennaio 2010

Gaza Freedom March - Cairo - Cariche e violenze della polizia egiziana contro gli attivisti

31 dicembre - Dieci feriti tra cui due italiani, gli attivisti resistono


Centinaia di partecipanti alla Gaza Freedom March, dopo i ripetuti divieti delle autorità egiziane, si sono concentarti nella piazza del Museo nazionale, per dare vita ad una marcia ricordando l'assedio di Gaza e protestando contro il governo egiziano per il clima repressivo e di assoluta chiusura dimostrato contro l'iniziativa della Gaza Freedom March.

Oggi infatti la Gaza Freedom March avrebbe dovuto manifestare nella Striscia con la popolazione civile palestinese per la fine dell'assedio.

Appena il corteo si è messo in movimento gli attivisti sono stati attaccati dalla polizia, che ha violentemente cercato di allontanarli dalla strada

Alcuni attivisti sono stati feriti durante le cariche tra cui anche due italiani. Gli agenti hanno preso di peso le persone e le hanno spintonate sul marciapiede circondandoli.

Nonostante il tentativo repressivo da parte della polizia, i manifestanti sono determinati nel proseguire la manifestazione, come i promotori avevano pubblicamente annunciato alla presentazione del programma delle iniziative.

Gli attivisti, circondati dalla polizia, hanno continuato a fare slogans, a esporre cartelli e striscioni per rendersi ben visibili nel cuore della città.

Il presidio è continuato fino a tardo pomeriggio.

Intanto è arrivata la notizia della manifestazione che si è svolta in mattinata al valico di Erez nella parte isrealiana mentre all'interno di Gaza Hamas ha monopolizzato le proteste a tal punto che diverse organizzazioni della società civile palesinese non vi hanno partecipato.