lunedì 11 gennaio 2010

Il salto della tigre

Il diario di bordo di Paolo Do (Shanghai - Cina)

La Cina quest`anno, nonostante il tentativo di ridurre lo squilibrio della propria bilancia commerciale (quest`ultimo vista da molti come la causa della crisi in corso), sembra  che abbia addirittura approfondito tale instabilità. La Cina ha infatti sorpassato nel 2010, ovvero l`anno della tigre secondo lo zodiaco cinese, la Germania come paese leader nell`export.
Entro quest`anno la red hot china’s economy potrebbe addirittura superare il Giappone come seconda economia mondiale, dietro solo agli Usa. Il 2009 è stato in effetti l`anno dei record per il regno di Mezzo, che  è diventato, tra le altre cose, il più grande mercato mondiale nella vendita di autovetture. La azienda automobilista Saic Motor quest`anno (protagonista di un incremento del proprio fatturato di circa il 600%), ha tra le altre cose promosso non solo corsi universitari per giovani ingegneri meccanici in molte università pubbliche e private, ma anche corsi di laurea per aspiranti modelle nelle fiere automobilistiche internazionali. Simili corsi di laurea, che fanno forse il paio  con la moltiplicazione degli insegnamenti privi di qualità delle università Italiane, sono anch’essi parte della Cina contemporanea.

Ed a proposito di università, è la notizia di oggi che l`ex studente Zhang Lei ha donato la cifra di quasi 9 milioni di dollari americani, più precisamente 8.888.888, in beneficenza alla sua Alma Mater: la Yale University  of America il cui rettore, Sharon M. Oster, è in questi giorni proprio in un tour promozionale nell`East Asia in cerca di nuovi fondi.
Se dopo il deficit pubblico anche le università americane private verranno sempre più finanziate da risparmi cinesi è forse troppo presto per dirlo. Tuttavia in una recente conferenza, guarda caso proprio a Pechino, il presidente Richard Levin della Yale School of Management ha dato inizio alla raccolta di 300 milioni di dollari entro il 2011, budget minimo, secondo le sue parole, per "mantenere la propria leadership globale nell`insegnamento del management del 21esimo secolo". Il 2010 per la Cina sarà l’anno della tigre, e forse non solo astrologicamente parlando.