lunedì 2 novembre 2009

Iran: proteste dopo l'arresto dello studente che ha contestato in pubblico Khamenei

Si chiama Mahmud Vahidnia genio della matematica alla Sharif University



Dall'Iran giungono le immagini delle proteste avvenute dopo l'arresto di uno studente universitario che mercoledì scorso aveva in pubblico criticato la Guida suprema dell'Iran, l'ayatollah Ali Khamenei.

Il fatto è successo mercoledì quando il giovane ha preso la parola a Teheran durante un incontro ufficiale dello stesso Khamenei con le élite universitarie del Paese. Da giovedì sarebbe nelle mani dei Guardiani della Rivoluzione.

Il giovane, si legge nei blog è uno studente di matematica alla Sharif University che avrebbe vinto le Olimpiadi della Matematica e si chiamerebbe Mahmud Vahidnia. Nel suo intervento ha parlato per 20 minuti malgrado le proteste di diverse persone nella platea. Dalle informazioni che filtrano avrebe affermato che «le tv e radio di stato, il clima poliziesco che circonda la stampa, l'impossibilità di esprimere critiche alla Guida Suprema e la struttura di potere nel Paese incarnata dal Consiglio dei Guardiani e l'Assemblea degli Esperti» limitano la democrazia.

Rivoltosi a Khamenei, che presiedeva l'incontro, Vahidnia ha chiesto più tempo per parlare e la "Guida suprema", sempre secondo i blog, avrebbe detto: «Vorrei che proseguisse. Il tempo è già esaurito ma lei vada avanti».

Il giorno dopo pare che il giovane sia stato arrestato.

Nelle ultime ore in rete circolano immagini di proteste degli studenti per la sua liberazione.