mercoledì 8 aprile 2009

Coloni israeliani attaccano Beit Amer: 8 palestinesi feriti

Questa mattina, decine di coloni israeliani hanno attaccato le case palestinesi a Khirbat Safa, vicino Beit Amer, a nord della provincia di Hebron, sparando all’impazzata e gettando pietre nel tentativo d’invadere la zona.
I soccorritori hanno riferito che almeno 8 palestinesi sono stati feriti durante gli scontri con i coloni armati; uno di loro verserebbe in condizioni critiche.
Secondo fonti legali, inoltre, le forze di occupazione avrebbero impedito l’arrivo delle ambulanze della Mezzaluna Rossa nella cittadina, chiudendo le strade d’accesso.
Testimoni oculari affermano che l’invasione è avvenuta ad opera di circa trecento coloni armati, partiti dal gruppo di colonie “Gush Etzion”e passati per le strade non asfaltate, e che diverse case ai confini della piccola località sono state assaltate e devastate.
Grandi forze dell’esercito di occupazione, sostenute da mezzi corazzati, si sarebbero inoltre appostate nelle strade per proteggere i coloni, sparando una pioggia di pallottole di acciaio ricoperte di gomma e gas lacrimogeni sia contro i cittadini di Khirbat Safa che contro quelli dei paesi vicini, accorsi per sostenerli. Centinaia tra gli abitanti di Beit Amer hanno infatti risposto all’appello di aiuto diffuso tramite gli altoparlanti delle moschee.
I coloni sostenuti dalle forze di occupazione israeliana attaccano ormai abitualmente i palestinesi della provincia di Hebron, distruggendo le loro proprietà e occupando le loro case.
Infopal