sabato 18 aprile 2009

Londra, G20 - Ian Tomlinson è morto a causa di un’emoraggia interna

La seconda autopsia per accertare le ragioni della morte di Ian Tomlinson, conclusasi oggi, ha rivelato che la morte non è dovuta, come finora si era voluto far credere, ad un attacco di cuore, ma ad un’emorragia interna nella zona addominale.
La seconda autopsia era stata richiesta dopo che la scoperta che il medico legale incaricato dell’esame era stato più volte indagato per condotta non professionale in casi di decessi avvenuti in circostanze sospette, che coinvolgevano ufficiali di polizia. Per questo, in seguito alla pubblicazione del video sull’aggressione a Ian Tomlinson (video) e dopo la pubblicazione di una inchiesta sui precedenti del medico legale, era stata richiesta una nuova autopsia.
La notizia di oggi scatena la polemica nei media inglesi. E il caso di Ian Tomlisnon, tanto semplice e anonimo in apparenza, sta via via scoprendo le ombre della polizia inglese, proprio perchè l’aggressione nei suoi confronti non ha nulla di straordinario, può avvenire in ogni quaritere, durante ogni piccola rissa, e la sua morte e il modo in cui è stata gestita sollevano l’indignazione e il disgusto diffuso verso la polizia inglese, come dichiarato dalla sua famiglia (che inizialmente aveva riposto ’piena fiducia’ nella Metropolitan Police).
Francesco Salvini

Rassegna stampa: