martedì 19 ottobre 2010

Cecenia - Attacco al Parlamento, uccisi i ribelli


Cecenia - Attacco al Parlamento

Le agenzie di stampa battono le notizie che arrivano dalla Cecinia confermando l'attacco al Parlamento ceceno, l'irruzione delle forze di sicurezza e la morte degli attentatori.
Da Repubblica
GROZNY - Le forze speciali e i servizi di sicurezza russi hanno ucciso tutti i ribelli che si erano barricati con degli ostaggi dentro il Parlamento ceceno a Grozny. Gli insorti erano entrati nel palazzo del Parlamento mentre un altro gruppo attaccava la sede del ministero dell'Agricoltura. Il tutto mentre nella capitale cecena è in visita il ministro dell'Interno russo Rashid Nuerliyev. Immediata la reazione delle forze di polizia che hanno assaltato il palazzo occupato e, dopo una sparatoria, hanno ucciso tutti i ribelli.

Secondo la prima ricostruzione, i terroristi sono arrivati sul posto a bordo di un veicolo,  confondendosi con le auto che portano i deputati in Parlamento. Uno di loro si è fatto esplodere all'ingresso dell'edificio, e nell'esplosione sono rimaste uccise quattro guardie di sicurezza. Almeno altri due ribelli, cinque secondo il ministro dell'Interno ceceno, hanno successivamente fatto irruzione nel palazzo, prendendo anche alcune persone in ostaggio. A questo punto, ha riferito l'agenzia RIA Novosti, è partita una operazione delle forze di sicurezza, condotta personalmente dal presidente del Parlamento Ramzan Kadyrov. "Tutti i militanti che hanno attaccato il Parlamento ceceno sono stati uccisi", ha annunciato un portavoce.

Da Peace Reporter
Ore convulse nella capitale cecena Gozny: il parlamento è sotto attacco. Secondo quanto riporta l'agenzia russa Interfax, citando fonti delle forze di sicurezza della repubblica caucasica russa, vi sarebbe stata una sparatoria che ha provocato almeno due vittime.attacco suicida. Altre fonti parlano di militanti che hanno attaccato il parlamento e hanno preso ostaggi. E' stato il portavoce del ministro dell'interno a confermare la "presa del parlamento" e il sequestro di diversi ostaggi, mentre alcuni uomini delle forze di sicurezza sarebbero rimasti uccisi. L'area intorno al parlamento è stata evacuata e le forze speciali, intorno all'edificio, sono pronte a intervenire.

L'agenzia Ria Novosti parla, invece, di un ore 8:45 Le forze speciali irrompono nel parlamento uccidendo tutti i ribelli all'interno dell'edificio. La notizia è stata diffusa da Radio Eco di Mosca. Al momento non è dato conoscere il numero preciso delle vittime.