lunedì 17 maggio 2010

Thailandia, stretta finale

Alle 10 è scaduto l'ultimatum dell'esercito. Ora a combattere contro le camice rosse il governo ha inviato i carrarmati
Alle 10 di oggi, ora italiana, è scaduto l'ultimatum dell'esercito thailandese alle camice rosse. Ora inizia lo sgombro forzato dei cinquemila manifestanti riuniti intorno al quartiere finanziario della capitale Bangkok. Fino a mezzogiorno e mezza non si sono registrate vittime in quella che ha tutta l'aria di essere l'ultimo atto di resistenza del popolo che ora vuole le trattative. Ma il premier Abhisit Vejjajiva questa volta non ha accettato il dialogo e ha ordinato l'invio dei carriarmati per disperdere l'ultimo manipolo di protestanti.
Dal centro degli scontri Alessandro Ursic di PeaceReporter racconta quello che sta accadendo.