sabato 19 settembre 2009

Botte dalla polizia cinese, gravissimo l’artista Ai Weiwei

Manifestava per la libertà di informazione



Ai Weiwei, il grande architetto e artista visivo cinese, da tempo impegnatissimo nella denuncia delle violazioni ai diritti civili in Cina si trova in un ospedale di Monaco di Baviera, dove è stato sottoposto ad un delicato intervento chirurgico in seguito ad un'emorragia cerebrale.

A causarla - a un mese circa di distanza - una brutale aggressione della polizia cinese, in occasione di una manifestazione di protesta per il silenzio sulla morte di 5mila bambini nel terremoto di Sichuan del maggio 2008, a causa di difetti colposi nell'edilizia scolastica. L'artista si trovava a Monaco per preparare un'esposizione alla Haus der Kunst, quando ha avuto una crisi che i medici hanno ritenuto di arginare con intervento urgente

Vedi articoli:

Ai Weiwei: la Cina censura l'informazione? E noi boicottiamo internet

The Ai Weiwei Way