mercoledì 29 luglio 2009

Un anno e tre mesi di prigione per Leyla Zana

La corte di Diyarbakir ha condanato la ex deputata Leyla Zana per "propaganda organizzativa"

Martedi la corte a Diyarbakir ha condannato la ex deputata kurda Leyla Zana a un anno e tre mesi di prigione presumibilmente per aver diffuso propaganda a favore del PKK in un discorso tenuto in un seminario all' università di Londra il 24 maggio 2008.


Nel suo discorso lei aveva equiparato l'importanza del Pkk e il suo leader incarceratoper il popolo kurdo come all'importanza che il cuore e il cervello hanno per gli umani. Loro hanno creato una nuova vita per il popolo kurdo, cosi che la gente che usava vergognarsi della propria esistenza ha acquistato uno spirito di libertà e di resistenza.



L'ex deputata al Parlamento per il Partito per la democrazia (DEP) era accusata in base all'articolo 7/2 della legge antiterrorismo e il procuratore ha chiesto 5 anni di carcere.


La polizia ha monitorato le registrazioni sul canale satellitale ROJ TV e aveva presentato una denuncia penale contro di lei.



La precedente lunga prigionia


Nel 1994, Zana e altri politici kurdi erano stati arrestati per avere utilizzato il kurdo durante la cerimonia di giuramento. Loro sono stati incarcerati per 15 anni e rilasciati nel 2004. I sostenitori di Zana in Turchia e in Francia avevano organizzato campagne dopo che lei era stata condannata a 10 anni di prigione lo scorso anno per i discorsi che aveva tenuto. Il caso e' attualmente alla suprema corte di appello. La campagna in Turchia ha chiesto alla suprema corte di rovesciare la sentenza e di sollevare gli ostacoli legali alla libertà di espressione. In Francia una campagna partita il 10 febbraio è stata firmata da diversi intellettuali. Nel rapporto del Comitato Affari Esteri del Parlamento Europeo sono citati i problemi della libertà di espressione, e il caso alla corte di Leyla Zana per effetto della legge 301. L'Ue aveva assegnato a Leyla Zana il premio Sakarow nel 1995