mercoledì 24 giugno 2009

Perù: ritirati i decreti legislativi sull'estrazione petrolifera ed il TLC in Amazzonia

Dopo il massacro di decine di indigeni nell'Amazzonia peruviana il presidente aprista Alan Garcia fa marcia indietro.

Giornata storica per le comunità indigene peruviane.

L'Associazione Interetnica per lo Sviluppo della Selva Peruviana (Aidesep) ha espresso in un comunicato ufficiale soddisfazione per la decisione del Congresso Nazionale di ritirare i contestati decreti legislativi 1090 e 1064 sulle normative legate all'estrazione petrolifera e sugli accordi internazione del Trattato di Libero Commercio.

Daysi Zapata, portavoce dell'organizzazione indigena peruviana, ha inoltre esortato il governo a riprendere il dialogo sincero e trasparente con le comunità per il bene del paese.

Ha inoltre sottolineato come i decreti legislativi sono considerati come un'attentato all'Amazzonia ed ai suoi popoli e che se la decisione di ritirare tali decreti fosse stata presa in considerazione prima si sarebbero evitatati morti e scontri tra cittadini peruviani.

Leggi il comunicato del AIDESEP